#215

Ognuno ha il suo vissuto. A volte penso di provare acomportarmi usando il vissuto altri ma non mi riuscirebbe bene. E nemmeno mi piacerebbe invero.
Ho un bagaglio fatto di vestiti logori ma cuciti con materiali preziosi; in cui spiccano alcune pietre luccicanti e tanti macigni impolverati; dove trovare parole gentili e insulti violenti; nel cui mare di lacrime di gioia ,di dolore o di rabbia immergersi e nuotare.
Mi calza perfettamente, il mio vissuto e non ne voglio un altro. Nessuno non può sapere o insegnarmi come viverci e nemmeno pretendere che usi il suo come unità di misura.
Deliranza serale.

Annunci