#213 (ascoltare per ascoltarsi)

Bastano pochi respiri per ascoltarsi. Lasciando fuori da sé ogni cosa si può sentire la nostra voce che ci parla e ci dice cosa siamo,  come eravamo, dove vorremmo andare. Ma non sempre ciò che sentiamo ci piace.  Sovente, pur giungendoci, ignoriamo le nostre parole. Talvolta siamo costretti a fingere che dentro noi regni il silenzio e che solo una maschera sorridente possa essere utile per il giorno che nasce o che sta per finire.

È che la nostra voce è sempre lì che ci parla. Ci dice cosa siamo,  come eravamo, dove vorremmo andare.

Annunci

2 thoughts on “#213 (ascoltare per ascoltarsi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...