#161(Fermate obbligatorie)

È che non è invidia ma più la presa di coscenza che è una affermazione fantasiosa e crudele quella che tutti nasciamo con le stesse possibilità e che dobbiamo semplicemente saperle cogliere. Nulla di più falso. Qualcuno nasce con la possibilità di percorrere il proprio cammino appoggiandosi a mezzi di locomozione veloci e con un abbonamento universale. Qualcun altro dovrà appoggiarsi soltanto alle sue forze che spesso, viste le lunghe e tortuose strade da percorrere,  verranno a mancare costringendo il viandante a fermate durante le quali sarà impossibile non farsi domande, cercare risposte, talvolta arrabbiarsi con se stesso, con Dio o con quelli che l’hanno salutato dal finestrino di un treno.
Non sempre trovare un valido motivo per riprendere il cammino è una cosa facile. No, non lo è…
Non è invidia, è solo e soltanto una di quelle fermate.

Annunci

One thought on “#161(Fermate obbligatorie)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...