#130 (La Cura)

Ennesima giornata torrida di questa estate. La collina cittadina sembra essere una meta ambita stasera. Quando arriviamo la città vista dall’alto è coperta da una cappa di afa e il cielo dà l’idea di volerti cadere in testa, da quanto lo vedi soffocare. L’auto lasciata a breve distanza. Una piccola passeggiata a piedi fino al prato, lassù, dove comitive di adolescenti o coppie innamorate mangiano panini, ridono e sperano in un poco di refrigerio.
Nel parcheggio intanto alcune persone stanno per risalire su due auto a poca distanza l’una dall’altra. Entrambe le auto hanno la portiera del lato passeggero aperta. A pochi passi due carrozzine. In entrambi i casi una donna sta aiutando qualcuno a sedersi sul sedile. Uno dei passeggeri è un neonato, la mamma lo tiene in braccio avendo cura di proteggergli la testa mentre lo adagia sul seggiolino. Il papà chiude la carrozzina e la sistema nel bagagliaio. L’altra passeggera è una mamma. La figlia le tiene una mano poggiata delicatamente sui capelli candidi mentre la aiuta a entrare nell’auto. Il marito chiude la carrozzina velocemente e la sistema nel bagagliaio. Tutti salgono in auto e proseguono il loro viaggio. Per qualcuno è solo l’inizio. Per qualcuno si avvicina la fine. I passeggeri resteranno gli stessi. Solo i ruoli saranno scambiati.

Annunci

One thought on “#130 (La Cura)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...