#57(paure)

Temporali e vento non mi spaventano. Associo ad essi la paura, sì ma non la mia.
Vedere il terrore dipinto sul volto di qualcuno che lo provoca quotidianamente ha il sapore di una dolce vendetta, per la quale non ci si sporcherà nemmeno le mani.
Quella paura delle fronde degli alberi mosse violentemente dal vento. Forse destinate a portar via il male inflitto e a portarne uno da infliggere.
Il fragore di un tuono che fa da specchio alle inumane grida, rispedendole al mittente. Trasformando il carnefice in vittima.

Annunci

One thought on “#57(paure)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...